"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda" (By Horacio Verbitsky)

Fat Hed - Clouds

facebook

martedì 6 gennaio 2015

HAARP - ELF Onde stazionarie e loro effetti sulle nuvole (Stehende Wellen)



VIdeo di un user tedesco (Taurus322) che mostra l'effetto delle onde Elf sulle nuvole. Seguito da parte di un articolo relativo alla scoperta fatta da Tesla: "Tesla aveva un diario dove trascrisse le spiegazioni degli esperimenti. In quel luogo costruì diversi trasformatori risonanti e condusse ricerche su circuiti elettrici sintonizzati. I suoi esperimenti dimostravano come un ricevitore senza fili poteva essere il sintonizzatore adatto a rispondere a precisi segnali e scartarne altri. In seguito a questo presentò all'Esposizione di New York, tenutasi al "Madison Square Garden" nel 1898, un robot teleguidato da onde radio ben undici anni prima che Marconi ricevesse il Nobel per la scoperta della radio. Le comunicazioni radio, i missili, le sonde, gli Explorer spediti su Marte e le varie astronavi sono teleguidati, con onde radio dai centri di controllo, grazie ai brevetti di Tesla. Fu nel luglio del 1899 che scoprì le onde stazionarie terrestri, dimostrando che la Terra si comporta come un grande conduttore in grado di rispondere a determinate frequenze di vibrazione. In tal modo trasmise segnali a diversi chilometri di distanza e accese alcuni neon utilizzando la conduzione del terreno. L'amplificazione di potenza fu la base dei progetti che continuò a Long Island, nell'impianto della Wardenclyffe Tower, destinata a essere il primo sistema radiotelevisivo al mondo e centro di trasmissioni senza l'uso di fili, e dalla quale ha avuto inizio l'evoluzione di gran parte della tecnologia del settore delle telecomunicazioni. Invece di distribuire l'elettricità attraverso un filo di rame, utenti remoti sarebbero stati capaci di "ricevere" la potenza tramite un collegamento macinato e seppellito, insieme ad un terminale di antenna sferico montato sul tetto.
Un progetto che lo portò a concepire la trasmissione di potenza attraverso onde longitudinali di correnti telluriche, sviluppando un oscillatore elettromeccanico che propose per la scansione geofisica sismologica. Sfruttando la risonanza di Shumann e usando la terra come un gigantesco conduttore trasmetteva grandi potenze elettriche a mezzo di piccole antenne. Secondo gli studi di Tesla, la zona indicata come conduttore si sviluppa attraverso un processo di ionizzazione atmosferica nel quale gli strati coinvolti sono mutati in plasma. L'intero globo terrestre può essere fatto risuonare elettricamente con una singola fonte del secondo tipo, così un sistema basato su una risonanza di terra richiederebbe, al minimo, che venga costruita solamente una struttura generatrice. In una intervista al New York Times, Tesla affermò che era possibile alterare la ionosfera e quindi influire sul tempo atmosferico, provocare terremoti, interferire con le onde cerebrali, generare esplosioni senza ricaduta di fallout, eseguire scansioni e tomografie della Terra e di altri pianeti, interrompere comunicazioni su determinate aree, senza interferire con quelle militari. Questo ci riporta al discorso iniziale, ma gli studi di Tesla hanno evidenziato altre conoscenze. La vita biologica terrestre è in risonanza con la frequenza di Shumann e dipende dalle interazioni dei campi elettromagnetici e gravitazionali. Alterare la frequenza della Terra condiziona l'attività del cervello che emette onde a diverse frequenze. Si conoscono onde Beta comprese fra 13 e 33 Hertz che si manifestano nello stato di veglia; onde Alfa che variano fra 7 e 12 Hertz nello stato di dormiveglia e in stato di meditazione; onde gamma fra 34 e 60 hertz che interagiscono a livello neurale". Link dell'articolo: http://www.sos2012.it/informazione/55...

lunedì 5 gennaio 2015

Scie chimiche e Ogm: nel 2015 finirà la guerra contro l’umanità?

Nel 2015 abbiamo una grande opportunità: possiamo contribuire a salvaguardare l’umanità. Con il 2014 lasciamo andare un altro anno che, per lo più, ci ha visti assistere inermi alla distruzione del pianeta e dell’umanità.

Le politiche economiche dettate dalle multinazionali hanno distrutto 16 milioni di ettari di foreste ed hanno fatto si che nei mari e nei fiumi venissero scaricate almeno 180 milioni di tonnellate di sostanze chimiche-tossiche. Sembra impossibile, ma nella società della tecnologia ogni anno continuano a morire migliaia di bambini per denutrizione e per ingestione di acqua contaminata.

Il bollettino di guerra del 2014 non finisce qui, la società dei consumi si è macchiata di altri orrendi crimini contro l’umanità: nonostante evidenti prove scientifiche è proseguito in modo instancabile l’avvelenamento del corpo umano tramite l’uso eccessivo di farmaci e il ricorso a vaccinazioni inutili imposte da Big Pharma.

Inoltre  il 2014 potrà essere ricordato per la commercializzazione su larga scala della nanotecnologia. Vernici, deodoranti, prodotti cosmetici, conservanti per alimenti e medicinali hanno contribuito a portare al grande pubblico la guerra delle cellule. Se ancora non lo sapeste tutti i giorni dell’anno passato le vostre cellule hanno combattuto una guerra segreta contro i metalli pesanti rilasciati nell’ambiente ed introdotti nel vostro corpo in vario modo.

L’anno appena trascorso ha visto i potentati economici continuare a strizzare l’occhio  alla grande distribuzione che ha perseverato nel manipolare il cibo immesso sul mercato. Nel 2014, oltre alle brutte pratiche messe in atto dall’ industria conserviera, l’avidità umana ha continuato a trarre profitto dalle coltivazioni Ogm che, imperterrite, si sono presentate sulle tavole di tutto il mondo sotto mentite spoglie . Inoltre, in ogni mese dell’anno, i pesticidi usati dall’agricoltura industriale hanno continuato ad impoverire il terreno e a visitare i nostri intestini.

Comunque l’oscar della distruttività va alla geoingegneria clandestina. Oltre alle tante guerre combattute in maniera “tradizionale” in diverse zone del mondo, che inequivocabilmente ci rinfrescano la memoria sull’idiozia umana, dagli anni novanta va in scena la manipolazione del clima. Ogni santo giorno del 2014 lo abbiamo trascorso sotto un cielo chimico modificato da operazioni militari che stanno mettendo a repentaglio il futuro di miliardi di persone. I cieli fanno sempre più schifo, eppure in tutto il 2014 le operazioni di regime hanno lavorato per “normalizzare” quelle scie chimiche che sfregiano il cielo e quelle nuvole disposte una accanto all’altra, per colpa di frequenze sparate nell’aria, come tanti batuffoli di cotone che oscurano il sole.

Sicuramente l’agenda delle nefandezze del 2014 è ben più ampia, comunque l’anno passato ha visto  un’umanità che ha lavorato, ha ascoltato, si è interrogata, si è appassionata, ha riso, ha aiutato, ha coltivato, ha pianto, ha gioito ed ha trasmesso tante altre cose belle. L’anno che se ne è volato via ha accompagnato il desiderio di miglioramento di uomini e donne, che incontrandosi magari hanno messo su famiglia ed hanno cresciuto i loro figli nel rispetto di quei valori che sono depositari.

Tutto quello che abbiamo vissuto nel 2014 ci permette di essere qua nel 2015 con maggiore forza per ribadire la nostra umanità.  Uniti si vince, insieme facciamo la differenza, ciò che sembra impossibile individualmente in gruppo può divenire una realtà.

L’Antica Saggezza ci insegna che quella luce che le irrorazioni chimiche vorrebbero oscurare è presente nei nostri cuori. Quindi anche il 2015 inizia all’insegna della luce nei cuori. Nell’anno presente, ancora una volta, l’umanità ha la possibilità di imparare a stare, un po’ di più, al mondo prendendosi cura di ciò che le compete.

martedì 16 dicembre 2014

Un documento della N.A.S.A. preannuncia la guerra biologica attraverso gli aerosol

Il documento della N.A.S.A., l’agenzia militare in pallide sembianze scientifiche, "Future strategic issues future warfare", redatto da Dennis Bushnell, dimostra che le scie chimiche oltrepassano l’obiettivo di dominare il tempo ed il clima per mezzo di bario ed alluminio. Le operazioni di biogeoingegneria si rivelano come una guerra contro l'umanità e la natura.

Lo scienziato Clifford Carnicom dieci anni addietro identificò nelfall out delle scie chimiche filamenti autoreplicanti legati al morbo di Morgellons. Quanti altri patogeni sono dispersi nella biosfera oggigiorno? Un ceppo dell’Ebola (ne esiste il brevetto statunitense, n.d.t.) è forse già diffuso nell’ambiente? Il virus Ebola, insieme con altre armi biologiche, è espressamente menzionato nel testo curato da Bushnell.

Bushnell è scienziato capo presso il Langley Research Center della N.A.S.A. Egli cominciò a lavorare nel centro nel 1963, attratto dal programma lunare Apollo. Oggi trascorre buona parte del suo tempo a studiare sistemi di controllo del traffico aereo e le reazioni nucleari a bassa energia.

Il documento in oggetto fu presentato da Bushnell nel luglio 2001, solo un paio di mesi prima dell’inside job risalente al giorno 11 settembre 2001. Molte delle informazioni che sembravano fantascienza nel 2001 sono ora divenute una tragica realtà, un'operazione militare contro il popolo statunitense e le altre nazioni del mondo.

Droni, armi a microonde, biotecnologia, Intelligenza artificiale, robotica e numerosi altri temi sono illustrati e discussi nel volume.

Deborah Tavares nel 2013 ha presentato e spiegato le inquietanti previsioni della società tecnotronica vagheggiata da Bushnell.

Alcuni anni fa un racconto preannunciava, attraverso alcuni stratagemmi narrativi, lo scenario descritto da Bushnell.

Fontechemtrailsplanet.net

Articoli correlati

Il futuro della N.A.S.A. è già qui
Ennesimo imbroglio sul contagio Ebola

venerdì 12 dicembre 2014

Intervista a Josefina Fraile su CYL-Tv di Zamora

BISOGNA FERMARE QUESTI VOLI! 

 
venerdì, 12 dicembre 2014




(traduzione a cura di Skyguards)
Spagna: Josefina Fraile Martín, presidente de l’Asociación Terra SOS-tenible, già tra i promotori lo scorso aprile (aprile 2013, ndt) di un’iniziativa pubblica sulla geoingegneria presso il Parlamento Europeo, intervistata da una televisione spagnola, illustra i motivi della denuncia presentata sulle attività di geoingegneria clandestina in atto nei cieli di Zamora (Spagna). Nell’intervista, oltre a rimarcare il lassismo delle istituzioni nel fornire risposte alle numerose denunce, parla del ruolo dei mass-media nel creare un clima di assuefazione verso certi fenomeni.


Intervista a Josefina Fraile su CYL-Tv di Zamora

P (intervistatrice): Continuiamo qui in Zamora, è così,…Le faccio una domanda: E’ possibile che per ragioni di investigazione sul cambio climatico o il controllo delle comunicazioni si stia controllando o meglio, contaminando, il suolo agricolo, l’acqua e le piante ?

Con questa domanda si iniziava la conferenza di questa sera, che ha avuto luogo in Zamora, organizzata dal Fronte Civile di Zamora. E per rispondere alle domande e darci le risposte è con noi la relatrice, Presidente della Associazione Terra SOS-tenibile, signora Josefina Fraile, promotrice della Piattaforma Civile Guardacielos, laureata in scienze politiche e con diverse post-lauree.
 
VIDEO https://www.youtube.com/watch?v=m7OSMex6txg


Buona sera e benvenuta
Josefina Fraile: Buona sera, vi ringrazio per questa possibilità.

P: Un tema, la verità, abbastanza interessante e preoccupante se ci mettiamo ad investigare e che ha molte domande pendenti. Così, andiamo ad iniziare a rispondere ad alcune di loro.
Possiamo dire, come ci suggeriva il titolo di questa conferenza nella quale ha partecipato questa sera in Zamora, che esistono programmi di manipolazione climatica che presumibilmente stanno contaminando il nostro ambiente, la nostra Terra ?

J: E’ così, esistono e non sono una novità. I programmi di manipolazione climatica datano dagli anni ‘60 e sono un’arma bellica. Si utilizzarono per la prima volta per inondare il sentiero di Ho Chi Minh, utilizzato dai vietnamiti per rifornirsi. Il fine era di allungare l’epoca dei monsoni di 50 giorni rendendo questo sentiero totalmente intransitabile per qualsiasi tipo di rifornimento.
Fu tale la devastazione causata da questa arma, che finalmente, negli anni 76-77, si vietò, mediante due convenzioni delle Nazioni Unite. Si vietarono, a quella epoca, le armi climatiche con fini bellici ed ostili.

Pertanto, effettivamente, quest’arma esiste.
Che cosa provoca e cosa si ottiene con questa arma? Si possono generare piogge, tempeste, nubi, raggi, tempeste elettriche e precipitazioni in qualsiasi luogo del mondo…. però anche tutto il contrario, si può utilizzare per eliminare piogge, grandine, fronti nevosi e per generare siccità.

Quest’arma di controllo climatico concede a chi la possiede un dominio praticamente assoluto sulle risorse del pianeta e soprattutto sulle risorse alimentari. Questo vuol dire che quando un paese possiede questa tecnologia, si può dire che controlli il “rubinetto” del mondo. O fai quello che ti dice e hai acqua o, se non obbedisci, ti lasciano il paese completamente privo d’acqua: distruggendoti le risorse idriche, producendo siccità che logicamente porta all’incapacità di alimentare la popolazione di questo paese condannandolo alla carestia.

Questo esiste! Ci sono più paesi che oggi dispongono di questa tecnologia, però, diciamo che gli Stati Uniti sono giunti ad incorporarla come parte della loro politica estera. Nel documento delle Forze Aeree Nordamericane si chiama….(notate il titolo): “Possedere il clima entro il 2025”… Con questo titolo che e’ chiaro già per conto suo, rimaniamo veramente senza parole e senza fiato: che qualcuno possa vantare il potere di controllare il “rubinetto” del mondo è qualcosa che ci sbalordisce.

In questo rapporto si dice che la modificazione climatica sarà parte della politica estera degli Stati Uniti, che lo voglia o no il resto del mondo. E che questa politica si imporrà con azioni unilaterali, accordi bilaterali o tramite gli organismi come la NATO, che é quello che riguarda noi, o tramite le Nazioni Unite. Di fatto nell’ultima Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel punto D della sua 5.a Relazione sul Cambio climatico, l’IPCC, in ogni caso, legittima tutto ciò che viene chiamato GEOINGEGNERIA.
P: Vista così, la verità, ci provoca un pò di panico. Anche se,dall’altro lato, uno può pensare : “Alla fine non e’ tanto grave, se c’è questa evoluzione…., se si è potuto scoprire una tecnologia che ci aiuta, potrebbe risolvere la vita a molte persone in zone dove c’è siccità e dove, forse, c’è la necessità di applicarla.” Però usata in questa maniera può spaventare, perché: fino a che punto, gli Stati Uniti, o qualsiasi altro paese, potrebbero esercitare pressioni su altre nazioni con questa tecnologia ?

J: Bene, è chiaro che quando possiedi questa tecnologia puoi esercitare pressioni verso chiunque. Di fatto quest’anno ero molto preoccupata per la reazione di Pyong Yang, della Corea del Nord, che era in dubbio se iniziare o no una guerra nucleare e pensava di lanciare una testata nucleare verso gli Stati Uniti.

Gli Stati Uniti hanno una lista di paesi, nel loro linguaggio di classificazione dei paesi, alcuni sono “Paesi Pariah” dove non si rispettano i diritti umani, etc. ed altri che sono “Paesi canaglia” che sono totalmente contrari al governo americano. Tra questi Paesi canaglia, è inclusa per esempio la Corea del Nord, dove è da un’eternità che non piove e di conseguenza hanno gravi problemi ad alimentare la propria popolazione. Quindi, arriva un momento nel quale non si giustifica l’attitudine dei suoi governanti però si arriva a comprendere la loro disperazione, e la disperazione di una nazione, sapendo che li stanno obbligando alla carestia solo perché sono stati etichettati come “canaglia”. Cuba, é un altro esempio, nonostante tutto sono riusciti a ristabilire le loro risorse idriche, per fortuna.

P: La gente, in casa, penserà: “Beh, questo avviene lontano da qui, à migliaia di chilometri da Zamora”. Però io so che anche qui (in Spagna) ci si inizia a preoccupare. Dove? In che zona sta iniziando a sorgere il sospetto di utilizzazione della geoingegneria?

J: Una cosa che devo chiarire è la seguente: dal momento che questi metodi, questa tecnologia bellica, è stata vietata da parte delle Nazioni Unite ci sorge un dubbio logico: un Paese che ha il controllo sul clima, che gli concede il dominio sulle risorse del pianeta, su tutti paesi del mondo…va’ a rinunciare a tutto ciò solo perché firma“ufficialmente”, per certo con moltissimo ritardo, un accordo delle Nazioni Unite?

Non lo farà. L’unica cosa che gli rimane da fare è “cambiare il collare al cane”. Cioè, generare un problema globale per dopo presentarsi con una soluzione globale. Il problema globale è quello di creare la nuova “religione” del cambio climatico e del riscaldamento globale, dando la colpa all’eccesso di CO2 in atmosfera. Quindi la soluzione globale, come il pompiere piromane, è la geoingegneria. Che realmente non è la più logica delle soluzioni. La migliore ed unica soluzione sarebbe: diminuire drasticamente le emissioni di CO2. No, no! Quello che dicono loro: “la geoingegneria è una formula straordinaria, è quella di far volare migliaia di aerei nei cieli diffondendo particolato metallico in aerosol”. Con che fine? ”Per creare uno scudo solare, un filtro solare. Così si impedisce ai raggi solari di impattare direttamente sulla superficie terrestre, dato che saranno respinti da questo scudo verso l’esterno”.

Bene, questo e’ da pazzi! La fisica nucleare Rosalie Bertell, che per certo è religiosa e non difendeva nessun interesse corporativo, diceva che questo era matematicamente impossibile. Curiosamente, chi ebbe questa brillantissima idea (tutte queste proposte e formule provengono dal laboratorio delle bombe nucleari), fu il padre della bomba a idrogeno, Edward Teller, il più giovane del progetto Manhattan. Lui non credeva esistesse un riscaldamento globale, lo metteva in dubbio, ad ogni modo, creò la formula per contrastarlo.
P: Perchè sia chiaro, nel decennio degli anni ’60 si inventa una tecnologia, uno strumento che si utilizza per fini bellici, che si vieta per questo fine, però viene utilizzata lo stesso o la si sta usando per il controllo del cambio climatico, per contrastare le emissioni di CO2, in principio……

J: No. Non è così. Questo è quello che ci raccontano. Per poter continuare con le loro investigazioni ed applicazioni del controllo del clima come arma bellica, hanno mascherato queste attività con il nome di geoingegneria e ci viene detto che servono per mitigare il riscaldamento globale. Però, questa rimane sempre un’arma climatica con un impatto totalmente incalcolabile ed imprevedibile sulla natura e sulla vita delle persone. E cosi, la geoingegneria viene definita come la manipolazione DELIBERATA del clima a livello globale.

Tutto ciò è iniziato negli Stati Uniti nel decennio degli anni ’90 ed arrivò a noi, a mezzo della NATO, a partire dal 1999, anche se prima erano già stati fatti esperimenti, come ci risulta, fin dal 1985 sotto il governo socialista. Oggi giorno non sono più esperimenti, è un programma in tutta regola e che, essendo globale, influisce su tutta la Spagna. A parte questo programma “globale” esistono anche esperimenti particolari. Ed un esperimento, di cui non conosciamo esattamente il contenuto nè la finalità , si sta svolgendo in La Guareña.

P: Vorremmo concentrarci su questo tema. Sono già numerosi gli agricoltori che stanno iniziando a preoccuparsi per questa questione, perché hanno cominciato a trovare sulle loro terre cose/elementi che non ci dovrebbero stare, prove, no ? Andiamo a vedere in che cosa consistono questi segnali, quali sono questi indizi o queste prove che hanno dato la voce di allarme agli agricoltori di La Guareña.
J: Bene, queste prove… Accadde che un giorno mentre loro stavano visitando i loro campi videro sulle loro zolle un mucchio di fiocchi, di particelle che brillavano.

P: E che cos’è che vediamo cadere adesso, per esempio in questo video ?
J: Quello che sta precipitando in questo video prova anche che ci siano esperimenti particolari , guardi questo, sono fibre!, alcune sono lunghe e possono raggiungere persino 5 metri ed altre sono grovigli/matasse, come questa che abbiamo portato qui per mostrarvi.

P: Queste fibre, all’improvviso, cadono dal cielo….
J: Sì sì, gli aerei irrorano aerosol, ma rilasciano anche altri elementi e uno di questi sono queste fibre. Irrorano anche elementi nanotecnologici, ma essendo minuscoli è impossibile vederli. Questo sì lo abbiamo potuto vedere e filmare.
P: E queste fibre cosa contengono ?

J: Non sapremo da cosa sono composte sino a quando non si analizzeranno. E io spero, veramente, che il SEPRONA (Corpo dei Carabinieri ambientali Spagnolo) raccolga campioni per analizzarli, è chiaro che tutto ciò ha un obiettivo. Stanno precipitando in una zona dedicata alla agricoltura biologica. E’ come se ci fosse un interesse nel distruggere il potenziale di un’area come La Guareña in quanto a coltivazioni biologiche. E’ chiaro che tutto questo avrà delle ripercussioni.

Vi è anche un effetto sulla salute umana perché queste fibre, non saprei se queste in concreto, quando cadono sulla pelle è come se penetrassero all’interno e producessero una malattia cutanea che si manifesta in primis sulla epidermide stessa, che alla fine entra in circolazione nel corpo, sono molto gravi e molto difficili da guarire. Sono malattie nuove, una di loro ha ricevuto il nome di Morgellons, le fibre penetrano nel corpo, si moltiplicano e si alimentano del ferro e dell’ossigeno del nostro sangue. E lì iniziano i problemi di deficienza di ferro, stanchezza, anemia…. E tuttavia non conosciamo quali altre implicazioni possa avere a livello interno e come agisca sugli organi.

Stiamo collaborando con un istituto americano che investiga su questo, si chiama Carnicom e, per certo, merita tutto il nostro rispetto perché non dipende da nessuna sovvenzione pubblica. Tutta la sua attività investigativa è supportata solo dalle donazioni, perché necessita di libertà per poter ricercare la verità.
P: Quindi, gli agricoltori di La Guareña stanno già denunciando questa situazione. Abbiamo visto come alcune riprese mostravano la caduta di queste particelle, queste fibre, ne abbiamo parlato prima….

J: Qui avete una matassa! Cadono pure in matasse.
P: Si commentava anche che gli aerei in volo irrorano alluminio, particelle di alluminio che si possono trovare nel suolo…
J: Insieme ad altri elementi. Le nostre analisi ci hanno confermato un alto indice in contenuto di alluminio. L’alluminio e’ uno dei minerali più abbondanti nella terra, ma non è mai isolato. No, viene in fiocchi, come quelli che abbiamo raccolto. Qui sta avvenendo una fumigazione di ossido di metalli in tutta regola e questo suppone un attentato all’ambiente e non solo contro la Natura ma anche contro l’Essere Umano, perché intossica tutta la nostra vita, dall’aria agli alimenti, all’acqua… E non c’è scappatoia. Non abbiamo opzioni.

P: Però quando ci si riferisce allo spazio aereo, per sorvolare il nostro paese (Spagna, ndt), è necessaria una serie di permessi, di autorizzazioni. Come è possibile che si stiano facendo questi voli di irrorazione aerea?

J: Rispetto a questi voli bisogna dire che la maggior parte di essi sono aerei militari, ma ultimamente abbiamo raccolto evidenze che esistono anche voli civili implicati in queste irrorazioni. Questi aerei non hanno nessun codice identificativo, non hanno numeri, non hanno insegna di stato e sono aerei che sono esclusi dal sistema ufficiale dei radar. Dall’altro lato, in Spagna e negli altri paesi europei, disgraziatamente, si sta perdendo la sovranità dei nostri cieli, la sovranità dell’alto spazio aereo non appartiene al governo spagnolo ma alla NATO. Ma come e’ possibile? In ogni caso, questi voli non stanno utilizzando l’alto spazio aereo nelle loro rotte, volano a 2000 metri o meno di altitudine. In questo momento il governo spagnolo è responsabile perché non si potrebbero effettuare questi voli senza la sua autorizzazione, inclusa quella a livello regionale, della Giunta di Castilla e Leon.

Bisogna fermare questi voli! Non si può permettere che questo
prosegua. Questo è un attentato con conseguenze genocide…e nulla si può salvare. Io, per esempio, posso decidere di non mangiare transgenico, se so quali alimenti lo sono, di conseguenza spendo un po’ di più e scelgo di comprare alimenti biologici. Però qui non si può scegliere, perché devi respirare, devi bere e mangiare pureSe ci stanno avvelenando gli alimenti, l’acqua,… che cosa si può fare? Io ho molta fiducia e faccio un appello, veramente di tutto cuore, alla classe medica ed alla classe giudiziaria. Questo è gravissimo!! La salute pubblica è un bene giuridico che bisogna difendere ad oltranza e solo loro attuando in legge possono farlo. Voglio qui vendicare una frase di Napoleone: “Non esiste cosa che l’opinione pubblica non possa cambiare”. Io spero che così sia e grazie di tutto il cuore per questo spazio che ci avete dato, perché ci aiuta a formare l’opinione pubblica.

P: Si sta denunciando alle Amministrazioni pubbliche ed alla Giustizia ?

J: Noi abbiamo presentato una denuncia il 19 di luglio (2013, ndt) al SEPRONA. Siamo molto fiduciosi, crediamo e vogliamo credere che vada in porto e che il giudice che si occupa del caso prosegua fino alla fine. E abbiamo anche presentato una denuncia all’Unione Europea. Abbiamo portato il tema al Parlamento Europeo nel mese di aprile (2013, ndt) e lo abbiamo portato in questa sede perché noi, tutti cittadini dell’UE, siamo nella stessa situazione dato che tutti i governi lo negano. Si immagini, se lo ammettessero!! I costi e le responsabilità civili e legali…..non ci sarebbe modo di coprirlo, per tutti i danni materiali e di vite che provoca.

Quindi, abbiamo denunciato questi fatti al Parlamento Europeo e abbiamo chiesto la tutela effettiva del Parlamento per la cittadinanza europea. Abbiamo attivato giusto ora una adesione a questa petizione che si trova sul nostro web www.guardacielos.org. Confidiamo di raccogliere moltissime firme e, dato che si avvicinano le elezioni europee del 2014, poterle usare per fare pressione affinché si faccia un’indagine indipendente.

P: Abbiamo parlato del caso degli agricoltori de La Guareña, qui in Zamora in molti hanno iniziato a denunciare e raccogliere prove, però sta succedendo in tutto il territorio, ci sono altri luoghi di Castilla e Leon e del paese e degli altri stati europei ? Come dire, non e’ un caso isolato, di qui per esempio, di Zamora, perché sta succedendo in più luoghi ….

J: Sì sì. Qui nel dossier della Conferenza Europea abbiamo alcune foto di tutti i paesi partecipanti, che erano quindici, dove si vede come veramente sono azioni a livello globale. In Europa, non si salva nessun paese. Qui abbiamo una foto della pineta di El Maderal (Zamora), che è morta in un anno…e qui abbiamo una foto di un aereo della Compagnia degli Emirati che sta irrorando…e guardate il risultato di queste irrorazioni…queste sono foto allarmanti.

Noi conosciamo il maggior produttore di energia solare, in California, collaboriamo con lui, ed era una persona che non credeva in tutto questo. Poi cominciò a rendersi conto che i suoi pannelli solari stavano rendendo al 60%. Quindi iniziò ad investigare e disse:“Non sarà che questi pazzi che stanno denunciando tutto ciò,avranno ragione?”. Da allora non ha smesso di indagare, e sono già 10 anni di

militanza nel suo caso, denunciando questa barbarie.
http://www.geoengineeringwatch.org

Non esistono dibattiti pubblici su un tema tanto grave come questo, perché? Perché nei mezzi di comunicazione si parla solo di cambio climatico e CO2? Perché nei mezzi di comunicazione non si parla di geoingegneria o di manipolazione climatica? Perché questo dibattito lo hanno già perso. Perché la gente semplice, le persone comuni sono coerenti, sono ragionevoli.Quelli che sono irrazionali sono loro, per Dio! E lo sanno che questo dibattito lo hanno già perso perché la gente si è stancata di essere diretta da apprendisti stregoniQuesta è la ragione per la quale non aprono un dibattito, ma comunque stanno utilizzando pubblicità subliminale.

Nelle scuole stanno utilizzando il programma Globe. Gli insegnanti portano i bambini in giardino e insegnano loro a predire il tempo osservando le scie degli aerei. Ma non vi state rendendo conto che state cadendo in un programma di manipolazione, di indottrinamento di queste creature? Utilizzano anche Walt Disney, il suo ultimo film “Dusty” gira intorno ad un aereo che spruzza che ha paura dell’altitudine….E’ così che, poco a poco, vogliono normalizzare la geoingegneria introducendola nella testa delle persone.

Per questo stiamo pure denunciando tutta questa pubblicità subliminale e metterli tutti allo scoperto. Ma soprattutto speriamo che l’opinione pubblica ci accompagni per mettere fine a questo orrore, perché…non si può neppure qualificare!


P: Josefina, grazie per essere stata con noi, averci dato queste informazioni e che ognuno a casa sua possa formarsi un’opinione sui fatti, che stanno qui, che sono confermati dalle prove che hanno alcuni di questi agricoltori, che pensino e si riflettano, su tutto, molte volte, su quello che sorvola le nostre teste.
Il prossimo 31, tornerà a Zamora per un’altra chiacchierata a Toro (Zamora) e immagino sarà a porte aperte, perché tutto il mondo possa ascoltarla.

J: Esattamente. Io, che lo sappiano tutti, mi sposterò tutte le volte che sarà necessario, anche per un piccolo gruppo di persone. E’ il mio impegno con questa società e con le generazioni future. Molte grazie a voi.


Nota: Alcune parole sono state evidenziate in grassetto dalla redazione
DATI BIOGRAFICI
https://chemtrailsaroundtheworld.files.wordpress.com/2014/09/josefina-fumigacion-aviones.jpg
Josefina Fraile Martin, Laurea in Scienze Politiche all’Università di Los Angeles, California (USA); Specializzazione in Relazioni Internazionali al Johns Hopkins (Bologna – Italia); Master of Science in sviluppo rurale (Cum Laude) Istituto Agronomico di Montpellier (Francia); Master in Pubblica Amministrazione, Università di Burgos (Spagna).
– Esperienza a livello internazionale come ricercatrice in ambito delle scienze sociali; consulente freelance nello sviluppo rurale; rappresentante di movimenti della società civile; esperienza con gli organismi internazionali: FAO, ILO, UE.
– Attivista ambientale; candidato ufficiale spagnolo dei Verdi al Parlamento europeo nel 2004. Presidente dell’Associazione Terra SOS-tenible; promotrice e speaker della piattaforma Skyguards International e Guardacielos che si occupa di manipolazione climatica tramite irrorazione aerea clandestina e progetto HAARP connesso.

VEDI ANCHE:
VIDEO-RELAZIONE-SLIDESHOW DELLA CONFERENZA DI BRUXELLES
Lettera aperta ai candidati delle elezioni europee 2014
Géo-ingénierie et contrôle climatique
http://french.ruvr.ru/2014_09_17/Chemtrails-geo-ingenierie-et-controle-climatique-5376/
Cambiamento climatico e guerra ambientale. Un nuovo terrorismo?

Colonnello Luis Enrique Martín Otero Armi e strategi
I cambiamenti climatici sono sempre esistiti. Oggi assistiamo ad un cambiamento climatico globale senza precedenti, in cui le cause naturali giocano un ruolo secondario e dove la mano dell’uomo, attraverso il progresso tecnologico, può provocare enormi catastrofi. Il controllo climatico potrebbe diventare, in un futuro non molto lontano, un’arma di distruzione di massa, potendo essere utilizzata dagli Stati per conseguire i propri fini di sicurezza, di difesa o di potere. Così facendo si potrebbero verificare tutta una serie di effetti collaterali tali da influenzare la biosicurezza di animali, persone e piante.

Fonte Link

Articoli e video correlati:  
http://www.tankerenemy.com/
Guarda il video in lingua italiana QUI 
http://lesciechimicheagenova.blogspot.it/
http://www.skyderalert.com/
http://www.sauberer-himmel.de/
http://ningishzidda.altervista.org/